Chic è … cultura!

Qual’è la vera eleganza? Cos’è che dà quell’allure unica di di eleganza e classe che poche persone possono davvero tramettere?

Eleganza è un insieme di fattori. E poco ha a che fare con il fashion, l’essere perennemente all’ultima moda.

L’eleganza è nei modi, nella voce e nello sguardo. L’eleganza è in ciò che diciamo.

Eleganza è saper utilizzare con sapienza il proprio vocabolario, non riducendo il proprio pensiero ai soliti duecento vocaboli.

L’eleganza è innanzitutto cultura.

oxford

Continue Reading

Cosa fa di te una Signora.

Amo da sempre guardare la gente in strada. C’è chi si affanna per rincorrere un bus in partenza, chi si ferma a parlare con l’edicolante, chi ama chiacchierare seduta al tavolo dietro la vetrina di un bar. E poi c’è LEI. Cammina per strada senza alcuna pretesa di essere notata, ma non riesci a staccarle lo sguardo di dosso.

Ha una classe, una signorilità che non è facile descrivere.

Ha charme, ma non ostenta. E allora cosa attrae lo sguardo su di lei tanto da non riuscire a staccarlo (in maniera molto maleducata)?

E’ una Signora. Di quelle di cui ormai se ne vedono ben poche in giro. Punto.

E non è facile dire cosa le dia questa allure.

chic-3

Nel tempo però ho provato a farmi una mia idea di cosa rende una donna una Signora e cosa invece non lo farà mai.

Continue Reading

PERCHE’ LA LANA FA I PALLINI ?

Abbiamo visto, nei post dedicati alla qualità degli abiti (come riconoscere la qualità di un abito) che le lane, fibre naturali di grande qualità, si differenziano anche in funzione della lunghezza dei singoli filamenti. Maggiore è la lunghezza del filamento, maggiore sarà la qualità della lana.

Come mai alcune lane fanno i pallini ed altre meno?

La risposta è molto semplice. Il singolo filamento che va a costituire il filo di lana può essere più o meno lungo (da qualche centimetro a più di dieci centimetri). Questo filamento  non viene molto ritorto per lasciare alla lana una buona morbidezza, quindi la parte finale del filamento che fuoriesce dal filo di lana del tessuto, se sottoposta a sferegatura o strofinata, tende ad arricciarsi ed a formare gli antiestetici pallini.

pelucchi pallini della lana

Naturalmente maggiore sarà la lunghezza del filamento (e quindi la qualità della lana), minori saranno i pallini che si creeranno.

Continue Reading

COME RICONOSCERE UN ABITO DI QUALITA’ : I FILATI / 4 . IL COTONE

I FILATI NATURALI: IL COTONE

Il cotone è certamente il più noto, il più utilizzato ed il più versatile dei filati naturali.

cotone

Il cotone è una fibra naturale ottenuta dalle capsule mature della pianta del cotone. La capsula matura è una sorta di batuffolo che, una volta raccolto, può essere lavorato attraverso la cardatura e la pettinatura per eliminarne tutte le impurità.

Continue Reading

COME RICONOSCERE UN ABITO DI QUALITA’ : I FILATI / 3 . LA SETA

I FILATI NATURALI: LA SETA

Abbiamo visto nel precedente post alcuni filati naturali di grande pregio, le lane. In generale per le lane così come per altri filati naturali, più lungo è il fiocco, maggiore sarà il pregio del filato, poichè tenderà ad essere più liscio e compatto. Nel caso delle lane un filamento lungo tenderà anche a non far formare degli antiestetici pallini (lo vedremo nel dettaglio in un altro post).

La Seta.

seta

Tra i filati naturali di maggior pregio troviamo senza dubbio la seta. La seta, come noto si ottiene dalla lavorazione dei bozzoli dei bachi da seta. Il baco cioè, secerne una bava che si traduce in un filamento con il quale il baco crea attorno a sè il bozzolo. Il bozzolo è formato da 20/30 strati concentrici di un unico filo ininterrotto.

Continue Reading

COME RICONOSCERE UN ABITO DI QUALITA’ : I FILATI / 2 . LA LANA

I FILATI NATURALI: LA LANA

Come dicevamo nel precedente post i filati naturali si dividono in filati di origine vegetale ed animale.

I filati di origine animale

La lana

La lana, come noto, deriva dal pelo di alcuni animali (pecora, capra, vigogna, alpaca, cammello, coniglio). La sua qualità dipende dal tipo di animale e dalla parte del corpo dalla quale viene prelevata. E’ più pregiata la lana del dorso, meno quella delle zampe e dell’addome.
La qualità della lana dipende dalla finezza del filamento, dalla lunghezza del filamento e dalla sua increspatura.

Tra le lane il filamento più lungo lo si trova su animali come le pecore Merino, che danno una lana setosa, dai filamenti lunghi e resistente. Naturalmente tale lana ha un costo, ma la sua durabilità può essere quella di una vita. Si tratta di una lana in grado di assorbire l’umidità del corpo facendola poi evaporare verso l’esterno. la sua capacità isolante la rende adatta anche alla produzione del cosiddetto fresco lana, un tessuto utilizzabile anche nella stagione calda.

Continue Reading