La casa. Facciamo pulizia!

Come dicevamo nel precedente post, un ambiente può condizionare i nostri comportamenti e la nostra vita.
E quali sono gli ambienti nei quali viviamo di più?
La casa e il posto di lavoro.
Se sul posto di lavoro è difficile poter modificare qualcosa, la nostra casa può diventare a poco a poco un luogo accogliente, raffinato, un luogo nel quale torniamo volentieri perchè ci fa stare bene.

una bella casa

Che la casa sia piccola o grande, datata o appena realizzata, è importante che alcuni aspetti siano curati perchè l’ambiente risulti gradevole.

Il primo passo da fare è certamente quello di eliminare il superfluo.
Quante cataste di giornali abbiamo accumulato negli ultimi mesi?
Quanti giochi dei bimbi inutilizzati continuiamo a custodire in casa affollando le nostre stanze o il nostro salotto?

casa disordinata

E’ arrivato il momento di fare pulizia, o quantomeno ordine!

Mandate la famiglia fuori per una giornata dedicatevi esclusivamente alla pulizia della casa.
Per pulizia non intendo le pulizie ordinarie, ma l’eliminazione del superfluo.

Dotatevi di grandi sacchi della spazzatura e di grande coraggio.
Lo so, ogni oggetto (o quasi) potrebbe essere legato ad un ricordo, ad un evento, e sbarazzarcene può diventare antipatico.

Io consiglio di procedere in questo modo.

  • Le scartoffie, gli oggetti rotti, sbeccati, inutilizzati da tempo, brutti, ai quali non siamo affezionati andranno dritti dritti nella pattumiera.
  • Gli oggetti che hanno un valore affettivo (ancorchè labile) , ma dai quali non riusciamo proprio a separarci, potrebbero affollare la nostra cantina (ma non il nostro soggiorno!).
  • Gli oggetti che non hanno un valore affettivo, che a noi non piacciono più, ma che potrebbero avere un qualche valore economico potrebbero essere rivenduti. In Italia è possibile pubblicare gratuitamente un annuncio per la vendita di un oggetto su Subito.it. In tutto il mondo credo si possa utilizzare la piattaforma di Ebay, Kijiji che , esattamente come Subito.it consente una pubblicazione di un vostro annuncio gratuito. Inserendo anche la vostra città potrete essere contattati da persone che abitano nella vostra zona e vendere l’oggetto direttamente all’acquirente, senza commissioni. In questo caso è importante fare delle belle fotografie ai vostri oggetti così da attirare più pubblico degli altri.Per gli oggetti appartenuti ai vostri bambini esiste anche una rete piuttosto diffusa di negozi dell’usato che consente di vendere i vostri oggetti in conto vendita. Ovvero vengono portati i vostri oggetti nel negozio e lasciati lì. Una volta che l’oggetto è stato venduto il negozio vi ripagherà con una quota parte del ricavato.
  • Infine naturalmente potreste regalare i vostri oggetti non più utilizzati alla Caritas, oppure alla parrocchia, oppure ad un partente che ne ha bisogno. Sarà un gesto che vi assicuro vi farà sentire felici di aver fatto qualcosa per il prossimo e vi darà la spinta a proseguire nel vostro lavoro.

You may also like

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *