COME RICONOSCERE UN ABITO DI QUALITA’ : I FILATI / 3 . LA SETA

I FILATI NATURALI: LA SETA

Abbiamo visto nel precedente post alcuni filati naturali di grande pregio, le lane. In generale per le lane così come per altri filati naturali, più lungo è il fiocco, maggiore sarà il pregio del filato, poichè tenderà ad essere più liscio e compatto. Nel caso delle lane un filamento lungo tenderà anche a non far formare degli antiestetici pallini (lo vedremo nel dettaglio in un altro post).

La Seta.

seta

Tra i filati naturali di maggior pregio troviamo senza dubbio la seta. La seta, come noto si ottiene dalla lavorazione dei bozzoli dei bachi da seta. Il baco cioè, secerne una bava che si traduce in un filamento con il quale il baco crea attorno a sè il bozzolo. Il bozzolo è formato da 20/30 strati concentrici di un unico filo ininterrotto.

Le caratteristiche della seta sono numerose:

la seta è termoisolante, pertanto risulta calda in inverno e fresca in estate, è flessibile, si potrebbe dire quasi elastica, è brillante, assorbe molto bene i colori ed è estremamente resistente.

La seta inoltre consente una caduta perfetta degli abiti ed un facile drappeggio.

tessuto di seta

Il tessuto in seta va trattato con cura poichè tende a macchiarsi con il sudore e non resiste alla luce solare. Per poter verificare se un tessuto è in seta o sintetico il trucco è quello di bruciare un singolo filamento (magari dall’interno di un orlo) e verificare se dà un odore di corno bruciato (alcuni dicono di gallina bruciata). In tal caso sarà certamente un tessuto in seta, altrimenti sarà una imitazione.

Continua>

 

You may also like

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *